3 aprile 2012

categoria: Storie di animali

pubblicato da: Redazione PetPassion

A Ronco Scrivia, in provincia di Genova, Miele, un meticcio di quattro anni, si era perso nei dintorni di casa, appunto nell’entroterra genovese. Il cagnolino era regolarmente munito di medaglietta al collo, con nome e numero di telefono dei padroni. La storia inizia quando due disoccupati, avendolo trovato, decidono di approfittarsi del grande amore che […]

Foto | Flickr

Foto | Flickr

A Ronco Scrivia, in provincia di Genova, Miele, un meticcio di quattro anni, si era perso nei dintorni di casa, appunto nell’entroterra genovese. Il cagnolino era regolarmente munito di medaglietta al collo, con nome e numero di telefono dei padroni.

La storia inizia quando due disoccupati, avendolo trovato, decidono di approfittarsi del grande amore che lega ogni cane al proprio padrone, basti pensare a quante persone cercano di adottare un cane ogni giorno.

Secondo quanto ricostruito la coppia di disoccupati, aveva trovato il cagnolino che si era allontanato da casa, ma nonostante avesse al collo appunto la medaglietta identificativa, non hanno voluto restituire l’ animale, e quando i proprietari li hanno rintracciati hanno chiesto del denaro per ridare indietro Miele. La somma ammontava ad alcune centinaia di euro.

I due sono stati presto smascherati e denunciati ai carabinieri che hanno potuto restituire Miele ai suoi padroni.

L’uomo, ex guardia giurata, e la compagna, casalinga, dovranno rispondere del reato di appropriazione aggravata di oggetti o cose smarrite.