18 dicembre 2018

categoria: Salute animali, Slider

pubblicato da: Redazione PetPassion

Se sospettate che il vostro cane o gatto sia stato avvelenato, portatelo il più presto possibile da un veterinario. Un animale può avvelenarsi toccando semplicemente una sostanza, inalandola, ingerendola oppure ancora se gli viene iniettata. Ecco alcuni consigli su come riconoscere in tempo i segnali di avvelenamento, come soccorrere l’animale e come denunciare l’accaduto alle […]

Se sospettate che il vostro cane o gatto sia stato avvelenato, portatelo il più presto possibile da un veterinario.

Un animale può avvelenarsi toccando semplicemente una sostanza, inalandola, ingerendola oppure ancora se gli viene iniettata.
Ecco alcuni consigli su come riconoscere in tempo i segnali di avvelenamento, come soccorrere l’animale e come denunciare l’accaduto alle autorità competenti.

Quali sono i principali sintomi da avvelenamento?

  • In caso di veleni neurotropi come stricnina, veleni dell’agricoltura e antiparassitari, i sintomi si verificano dai 30 minuti alle 2 ore dopo l’ingestione. I sintomi sono l’irrigidimento degli arti e l’animale non riesce più a reggersi sulle zampe. Il respiro diventa difficoltoso e sopraggiungono crisi convulsive. Può verificarsi vomito e raramente diarrea.
  • Nel caso di veleni emorragici, come ad esempio veleno per topi, si verificano fenomeni emorragici interni, dopo qualche giorno dall’ingestione, e non c’è vomito.
  • Nel caso di veleni tossici sul sistema gastro-intestinale, compare precocemente vomito e diarrea anche emorragica, con dolore addominale.

Cosa NON fare in caso di sospetto avvelenamento?

  • Non somministrare latte
  • Non prendere inizaitive senza il consiglio del medico veterinario

Cosa fare in caso di sospetto avvelenamento?

  • Contattare immediatamente il veterinario e spiegare i sintomi affinché al momento dell’arrivo in clinica sia già pronto a prestare opportuno soccorso.
  • In caso di estrema necessità, e solo sotto consiglio del medico, far vomitare il cane o il gatto che ha ingerito il boccone sospetto. Se non si dispone di farmaci utili allo scopo (emetici), è possibile somministrare una sospensione di chiara d’uovo montata a neve o acqua calda molto salata.
  • Tranquillizzare l’animale per prevenire crisi convulsive

Come e a chi denunciare un caso di avvelenamento?

La denuncia di un caso di avvelenamento va presentata alla Polizia Provinciale di zona, fornendo tutte le notizie utili sulle località colpite o su eventuali responsabili di utilizzo di bocconi avvelenati, affinché si possano individuare le zone a rischio e chiedere l’intervento delle Autorità competenti (sorveglianza, tabellazione con cartelli che segnalino il pericolo). Leggi di più sulla denuncia.

esperto-purina-online

Vuoi saperne di più sull’avvelenamento?

L’Esperto online è la tua linea diretta con gli specialisti del mondo pet, che ti offrono consigli e suggerimenti per la salute e il benessere del tuo animale da compagnia. Se hai una domanda specifica, ti basta scriverla QUI e i veterinari Purina ti risponderanno.

» Contatta l’esperto Purina online!

 

In copertina: Champi di elenamalina