17 luglio 2019

categoria: Salute animali, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Artrosi e artrite in cane e gatto, sintomi e cause

Cosa sono l’artrosi e l’artrite nel cane e nel gatto? Quali sono i sintomi più comuni, le cause e i possibili metodi preventivi per evitare la comparsa di queste malattie?

 

Proprio come gli esseri umani, anche cane e gatto quando invecchiano possono riscontrare problemi articolari e infiammazioni. Infatti, le articolazioni dei propri amici a quattro zampe sono molto complesse, esattamente come quelle umane, e non è quindi così strano che possano incorrere in problemi, soprattutto con l’avanzare degli anni. È fondamentale in questo senso conoscere quali sono i sintomi di queste due patologie, per garantire una buona qualità di vita ai propri animali domestici.

Ma prima ancora è bene sapere quali sono le differenze fra artrite e artrosi. L’artrite nel cane e nel gatto si presenta sotto forma di infiammazione delle articolazioni, manifestandosi con un dolore forte accompagnato spesso da gonfiore, arrossamento e rigidità della zona interessata. L’artrosi nel gatto e nel cane, conosciuta anche come osteoartrite, è una malattia degenerativa, che comporta l’usura delle cartilagini articolari finché non rimane soltanto l’osso. Le due estremità ossee che compongono l’articolazione cominciano quindi a sfregare fra di oro, causando dolore, rigidità e zoppie.

 

Artrosi nel cane e nel gatto, sintomi e prevenzione

Per quanto riguarda invece i sintomi tipici dell’artrosi nel cane si possono evidenziare i seguenti disturbi:

  • l’animale è sottotono, triste e dolorante, e tende a limitare l’attività fisica spontanea;
  • cammina lentamente, perché i dolori lo portano a cercare il modo meno fastidioso possibile per spostarsi;
  • quando sta in piedi o corre tiene spesso le zampe più unite;
  • guaisce quando viene accarezzato, specialmente sulla schiena e sul fondo schiena;
  • resta sdraiato per diverse ore al giorno e si alza con fatica;
  • ingrassa senza ragione apparente e ha un accumulo di liquidi;

In inverno poi, tutti questi sintomi tendono a peggiorare, a causa dell’aumento dell’umidità e del freddo. A differenza del cane, l’artrosi nel gatto può essere più difficile da notare. I felini che ne sono affetti, infatti, raramente manifesteranno il dolore zoppicando. I mici sono soliti esternare il loro disagio con cambi di comportamento: se si nota che il gatto tende a isolarsi, si lamenta quando viene in braccio, diventa aggressivo verso i bambini o altri animali, varia il suo ciclo sonno-veglia e, in alcuni casi, evidenzia variazioni delle abitudini eliminatorie, allora probabilmente è il caso di portare il felino dal veterinario, perché questi potrebbero essere i classici sintomi dell’artrosi nel gatto.

La miglior prevenzione che è possibile fare per contrastare l’artrosi nel cane e nel gatto riguarda la cura dell’alimentazione e il controllo del peso del proprio animale domestico. Quest’ultimo, infatti, se risulta essere in sovrappeso, soffrirà di più per il dolore della sua condizione, semplicemente per il fatto che c’è più peso sulle articolazioni. L’ideale quindi è quello di prevenire tali problematiche attraverso un po’ di esercizio fisico, come una camminata o un gioco con la palla.

 

Quali sono le cause e i sintomi dell’artrite nel cane e nel gatto?         

Ci sono diversi fattori legati all’insorgenza dell’artrite nel cane e nel gatto:

  • traumi o contusioni;
  • obesità;
  • alimentazione scorretta;
  • sedentarietà;
  • infezioni batteriche nelle articolazioni;
  • malattie autoimmuni che vanno ad attaccare le articolazioni.

L’artrite nel cane si ritrova più comunemente nei soggetti anziani e in particolare in zone del corpo come le ginocchia, i gomiti, i fianchi e la colonna vertebrale. I cani possono però avere sintomi e manifestazioni di artrite a qualsiasi età, e vi sono poi delle razze che per genetica sono più predisposte a contrarre questa problematica. Anche se le esternazioni dell’artrite nel cane variano da un esemplare all’altro, in generale il proprietario dovrebbe porre attenzione a segnali quali mobilità ridotta o cambiamenti comportamentali che possano indicare la presenza di un dolore articolare. Il cane affetto da artrite avrà le articolazioni rigide e una riluttanza nel giocare o nel salire le scale.

Per quanto riguarda i felini, anche in questo caso l’artrite figura come una delle malattie dei gatti anziani più comune. Alla Conferenza Internazionale sulla Cura del Gatto del 2017 è stato infatti sostenuto che il 90% dei mici con più di 12 anni di età abbiano una qualche forma di malattia degenerativa delle articolazioni. Anche in questo caso ci sono alcune razze di gatto più a rischio di altre: i Maine Coon, ad esempio, spesso soffrono di displasia all’anca, mentre gli Scottish Folds possono avere alterazioni genetiche della cartilagine che portano a osteoartrite. I sintomi dell’artrite nel gatto sono simili a quelli dei cani, e in aggiunta si potrebbe notare una certa difficoltà nel compiere la toelettatura ai mici per via dei problemi articolari o il cambiamento di comportamento da parte dei felini.

 

Gestire i cani anziani

Guarda il video con i consigli di Paola Daffunchio su come gestire i cani anziani!

 

 

Supportare la salute del tuo gatto

Aiutare il sistema immunitario del proprio gatto attraverso una corretta alimentazione è fondamentale per mantenerlo in salute. Gli anticorpi dei felini, infatti, si indeboliscono con l’avanzare dell’età, e questo può dare spazio all’insorgenza di malattie anche gravi. Ecco quindi quali sono gli alleati per mantenere le difese immunitarie del gatto alte e funzionanti.

>> Scopri tutto

Approfondimento: Purina One