20 ottobre 2009

pubblicato da: Redazione PetPassion

Dalla redazione di Petpassion, vogliamo segnalarvi un bellissimo evento per gli amanti dell’arte e dei nostri amici cani. Si terrà al castello di Susans – nel comune di Majano – un’interessante mostra dedicata all’iconografia del cane nella storia dell’arte figurativa, che si pone l’obiettivo di esplorare l’evoluzione di questo soggetto pittorico nel corso del tempo, […]

20080910_cane_pittore_d0Dalla redazione di Petpassion, vogliamo segnalarvi un bellissimo evento per gli amanti dell’arte e dei nostri amici cani.
Si terrà al castello di Susans – nel comune di Majano – un’interessante mostra dedicata all’iconografia del cane nella storia dell’arte figurativa, che si pone l’obiettivo di esplorare l’evoluzione di questo soggetto pittorico nel corso del tempo, i significati assunti e la sua importanza come elemento artistico; la mostra sarà aperta fino a domenica 15 novembre, e presenterà oltre cento opere, attraverso le quali si snoderà l’esplorazione del tema affrontato, sia all’interno delle opere di natura storica che di ispirazione mitologica.

Fra le opere presenti spiccano monetazioni di età romana che raffigurano Ulisse ed Argo – la fedeltà oltre la morte – , una serie di incisioni cinquecentesche di scuola nordica e fiamminga, fra cui opere di Albrecht Dürer, proseguendo con Rembrandt e culminando con una spettacolare scena di caccia dipinta da Frans Snyders, specializzato nella raffigurazione animalista.

Si arriva quindi all’area veneta, partendo dalle opere dei Bassano, sensibili alla resa naturalistica del cane nelle scene di adorazione dei pastori, alle nature morte di Evaristo Baschenis, Pittonie Crosato, dove la presenza del cane è esaltata dalla resa naturalistica del tema in età barocca. Per il Settecento saranno presenti importanti opere di vedutisti attivi a Venezia come Luca Carlevarijs.

si arriva in questo modo all’Ottocento, il secolo importantissimo per l’evoluzione del tema, in particolare per la fissazione delle razze attraverso le famose tavole di Sir Edwin Landseer, raccolte in una sequenza composta da 44 incisioni e 200 xilografie, esposta in mostra in un’edizione completa.

Il percorso arriva fino ai nostri giorni, sottolineando gli sviluppi contemporanei del tema, secondo le nuove simbologie e semantiche; particolare attenzione, soprattutto per i più piccoli, merita la presenza di una collezione dei disegni originali che hanno ispirato il fumetto della celebre cagnolina Pimpa, ideato da Francesco Tullio Altan.

L’evento, promosso dal Comune di Majano del Friuli, è reso possibile grazie al contributo finanziario della Direzione Centrale per l’Istruzione, la Formazione e la Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, e ha ottenuto il patrocinio – oltre che della Regione – della Provincia di Udine e del Comune di Udine. Una parte del ricavato dei biglietti d’ingresso verrà devoluta a sostegno della Scuola Triveneta Cani Guida per non vedenti.

Orari: da martedì a venerdì 9.30 -12.30/14.00 18.30 sabato e domenica 9.30 -18.30 lunedì Chiuso
Prenotazioni e visite guidate tel.0432-948090 http://www.castellodisusans.com (F.M.)