13 agosto 2018

categoria: Nutrizione, Slider

pubblicato da: Redazione PetPassion

Prima di un viaggio con il cane meglio dargli da mangiare oppure lasciarlo a digiuno? Molto dipende dal cane e dal suo stato di salute.

È un problema di difficile soluzione: il digiuno potrebbe essere indicato in cani che soffrono di mal d’auto, ma solo se in salute, se il viaggio non è troppo lungo o se non soffrono di malattie che richiedono l’assenza di bruschi cali di glicemia.

 

Trascorrere le ferie con il cane è un’esperienza indimenticabile. Tuttavia, bisogna prendere delle accortezze particolari quando si deve andare in vacanza con il proprio amico a quattro zampe, soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione del cane durante il viaggio. C’è chi sostiene che il pet debba essere totalmente a digiuno, c’è chi, invece, propende per dare comunque qualcosa da mangiare. La cosa migliore da fare è adattare il tutto alle esigenze del proprio amico peloso.

 

Meglio digiuno prima di un viaggio?

Il digiuno prima di un viaggio col cane è consigliabile soprattutto in esemplari che soffrono di mal d’auto, per evitare che lo stomaco troppo pieno stimoli i centri del vomito e scateni episodi di nausea. Se il cane soffre di mal d’auto e cinetosi sarebbe bene provvedere per tempo: avete un anno di tempo fra una vacanza e l’altra per decidere col veterinario come agire. Ci sono farmaci che si possono dare per bloccare il mal d’auto nei cani, mentre per le forme di cinetosi da paura e fobia bisogna stabilire dei piani rieducativi con un veterinario comportamentalista.

Tuttavia il digiuno potrebbe non essere particolarmente indicato per tutti i cani. Pensiamo a animali che hanno problemi di glicemia bassa e che necessitano di pasti piccoli e frequenti per tenerla costante: in questo caso un digiuno potrebbe essere deleterio.

Inoltre, se il cane non soffre di mal d’auto, un piccolo pasto spezza fame evita problemi di iperacidità gastrica, con conseguente reflusso gastroesofageo.

Nel caso di viaggi molto lunghi, poi, non è pensabile lasciare il cane a digiuno per più di mezza giornata: in questi casi meglio programmare delle soste in cui fornire cibo e acqua con regolarità.

Per quanto riguarda l’acqua, se il cane si dimostra accaldato e assetato, fornite liquidi frequentemente, senza esagerare con le dosi, proprio per evitare di stimolare la distensione gastrica e il conseguente vomito.

 

Cosa dar da mangiare al cane in vacanza?

Parlando di alimentazione corretta per cani in vacanza, è importante che vi portiate dietro una scorta di mangime atta a coprire tutto il periodo delle ferie. Questo perché non è detto che nella località in cui andrete ci sarà nei negozi o nei supermercati anche lo stesso mangime per cani. Se nella zona di vacanza non trovate le crocchette e le scatolette a cui il cane è abituato, sarete costretti a fare un brusco cambio di alimentazione e non tutti i cani lo tollerano. Il rischio è quello di andare incontro a vomito e diarrea da cambio di dieta, con la conseguenza che vi toccherà passare metà della vostra vacanza dal veterinario, oltre a ripulire continuamente dove il cane sporca.

Ancora più importante è il caso in cui il cane debba mangiare cibi dietetici particolari, vuoi per problemi di allergia, renali, calcoli, epatici o altro ancora. Soprattutto in queste situazioni, dovete assicurarvi di avere adeguata scorta di cibo per il cane.

 

In viaggio con il tuo cane

Con un po’ di pianificazione e preparazione, un viaggio con il tuo cane può essere un’esperienza fantastica sia per lui che per il resto della tua famiglia. La maggior parte dei cani ama viaggiare fintanto che sanno cosa li aspetta…

Continua a leggere…