30 maggio 2018

pubblicato da: Redazione PetPassion

Cosa dare da mangiare a un cane nei primi mesi. E’ bene conoscere alcune regole fondamentali per non pregiudicare la vita futura dei nuovi arrivati. L’alimentazione è un aspetto molto importante non solo nella vita di ognuno di noi ma anche in quella del nostro amico a quattro zampe. Molti sono gli aspetti e gli […]

cuccioloCosa dare da mangiare a un cane nei primi mesi. E’ bene conoscere alcune regole fondamentali per non pregiudicare la vita futura dei nuovi arrivati.

L’alimentazione è un aspetto molto importante non solo nella vita di ognuno di noi ma anche in quella del nostro amico a quattro zampe. Molti sono gli aspetti e gli accorgimenti da tener presente per dare una buona alimentazione al cane specialmente quando si tratta di un cucciolo.
Loro rispetto ai cani adulti richiedono una maggiore quantità di nutrienti e di calorie, ma è fondamentale dargli quelli giusti e soprattutto che siano presenti quelli essenziali alla sua crescita.
Ci sono alcune regole fondamentali da tener presente. Bisogna sempre dare da mangiare al nostro cane alla stessa ora, nello stesso luogo e nella stessa ciotola. Nei primi 3-4 mesi è opportuno nutrire il cucciolo almeno 3 volte al giorno e in seguito solo due volte. Il suo stomaco non è sufficientemente grande da recepire tutto il nutrimento di cui ha bisogno in un pasto solo. Il cibo va lasciato al suo posto per circa mezz’ora, se il nostro amico capriccioso non lo mangia o non lo finisce non bisogna lasciarglielo lì per ore intere. Altrettanto importante è lasciargli sempre una ciotola con acqua fresca a sua disposizione.
Il cucciolo deve abituarsi a mangiare il suo pasto senza distrarsi così si abituerà presto a considerare quello del pasto un momento piacevole e rilassante a cui, magari, seguirà una bella uscita in vostra compagnia.
Il sistema digerente ha la funzione di trasformare le molecole complesse degli alimenti in componenti più semplici, che possono essere assorbite e quindi utilizzate dall’organismo. La differenza nella digestione tra cane e uomo sta nel fatto che la saliva del cane contine pochissima ptialina, l’enzima adibito alla trasformazione degli amidi. Questo rende la digestione dei carboidrati molro più lunga e difficile della nostra. Lo stomaco, invece, produce grandi quantità di acido cloridrico rendendo la digestione delle proteine agevole e poco difficoltosa. La durata della digestione del cane è più lunga della nsotra e in media dura tra le 9 e 10 ore. E’ importante ricordare sempre che l’alimentazione dei nostri animali dipende da noi.

Maria Pezzillo

Redazione Petpassion.tv

[email protected]