Imparare a giocare e a cacciare

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

26 novembre 2009

categoria: Da sapere sul gatto

pubblicato da: Redazione PetPassion

Il gioco e’ la parte principale della fase di socializzazione del gattino. Il gioco incoraggia la scoperta di cio’ che lo circonda, sviluppa le sue capacita’ fisiche ed e’ anche un antidoto contro l’isolamento. Il giocattolo di per se’ non ha alcun valore, diventa importante in virtu’ del fatto che possa muoversi, girare o scivolare […]

Il gioco e’ la parte principale della fase di socializzazione del gattino. Il gioco incoraggia la scoperta di cio’ che lo circonda, sviluppa le sue capacita’ fisiche ed e’ anche un antidoto contro l’isolamento. Il giocattolo di per se’ non ha alcun valore, diventa importante in virtu’ del fatto che possa muoversi, girare o scivolare e, ancora, finire in un angolo difficile da raqggiungere, in modo da stimolare delle reazioni di sfida nel tuo gattino.

Il gattino impara a cacciare molto presto, spesso ad un mese d’eta’, assumendo particolari posture tipiche della caccia; ma e’ solo a sei settimane di eta’, quando la mamma gli porta le cose da lei cacciate, che inizia ad apprendere cio’ che puo’ essere mangiato. A due mesi raggiunge la maturazione emotiva e sviluppa le sue attitudini all’attacco. A sei mesi il gattino e’ in grado di soddifare da solo le sue necessita’.