27 aprile 2010

pubblicato da: Redazione PetPassion

Vi avevamo riportato poco più di dieci giorni fa la terribile notizia del gatto ucciso con una freccia da uno sconosciuto a Paderno di Ponzano, in provincia di Treviso, ed oggi torniamo a parlarvi del triste caso ma con un pizzico di ottimismo in più: l’autore del gesto assassino è stato infatti identificato, e si […]

gatto3Vi avevamo riportato poco più di dieci giorni fa la terribile notizia del gatto ucciso con una freccia da uno sconosciuto a Paderno di Ponzano, in provincia di Treviso, ed oggi torniamo a parlarvi del triste caso ma con un pizzico di ottimismo in più: l’autore del gesto assassino è stato infatti identificato, e si apre adesso per lui l’iter giudiziario che giudicherà le sue azioni.

“Ci auguriamo che ora la procura della Repubblica di Treviso applichi la legge sul maltrattamento di animali“, ha dichiarato non appena venuto a conoscenza della svolta nelle indagini il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro.

“Spero – ha aggiunto Muraro – che la magistratura applichi la legge interamente, affinché sia di esempio in un periodo in cui questi crimini sono in odioso aumento“.

Riguardo all’uomo identificato, che ricordiamo nei giorni scorsi aveva trafitto con una freccia un povero gattino, che ha solo poi trovato la forza di trascinarsi fino ai piedi del suo padrone, un bambino di nove anni, prima di morire, Muraro ha dichiarato:  “Sarà uno psicopatico al quale auguriamo di trovare un ospedale che riesca a guarirlo completamente dal suo malessere”.