2 gennaio 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Che significato dare al gatto che miagola?

Gatto che miagola sempre? Qual è il motivo di questo comportamento e il significato del verso del gatto. 

 

Ci sono gatti che miagolano di continuo, altri che emettono raramente un suono, altri ancora che miagolano di notte, ma cosa c’è alla base del gatto del miagola? Innanzitutto, bisogna premettere che raramente i gatti comunicano tra loro attraverso un suono, per cui il verso del gatto è un modo per attirare l’attenzione dell’amico umano ed ottenere ciò che vuole. Bisogna quindi fare attenzione quando si risponde a questo richiamo: il rischio è che il gatto possa replicare questo comportamento per raggiungere il suo scopo. Bisogna quindi individuare il significato del miagolio del gatto e calibrare la risposta in base ad esso: se il gatto miagola perché ha fame e il proprietario risponde subito fornendo del cibo, è plausibile che il gatto assocerà il cibo al miagolio e tenderà a replicare questo comportamento ogniqualvolta vorrà avere del cibo, diventando anche molto insistente.

Miagolio del gatto: significato dei vari tipi di verso

I gatti hanno diversi modi di comunicare: lo fanno attraverso dei suoni, ma anche con la coda e i movimenti del corpo. In particolare, emettono diversi tipi di suoni, a seconda di ciò che vogliono esprimere e della risposta che hanno ricevuto l’ultima volta che hanno emesso quello stesso suono. Esiste un’ampia gamma di versi del gatto, che va dai miagolii ai soffi, passando per il ringhio e le fusa. Vediamoli nel dettaglio.

 

  • Miagolio: è la forma di comunicazione più comune. Ci sono gatti che miagolano molto spesso e altri che non lo fanno quasi mai: ciò dipende sia dal carattere del gatto (ad esempio i siamesi sono noti per essere dei gran chiacchieroni) sia dalla motivazione. Un gatto può miagolare perché è in calore oppure perché ha fame, mentre un altro gatto magari non miagolerà quasi mai.

 

  • Soffio: è un indicatore di paura e aggressività. In genere i gatti soffiano quando si sentono in pericolo e, esattamente come i serpenti, con questo suono vogliono preannunciare un possibile attacco come forma di difesa. È una situazione che non dovrebbe capitare spesso a un gatto casalingo, pertanto, se prende l’abitudine di soffiare spesso e a chiunque, vale la pena portarlo da un esperto per un controllo.

 

  • Fusa: è il suono che emette il gatto per esprimere affetto, amore e bisogno di dolcezza. I gatti iniziano a fare le fusa sin da cuccioli, nei confronti della loro mamma, e mantengono questa abitudine anche da adulti, rivolgendosi spesso ai loro amici umani. Le fusa sono un linguaggio universale, con cui il gatto ci comunica la sua vicinanza e ci trasmette un estremo senso di relax e serenità, tanto che sono rinomate per essere un ottimo rimedio contro l’insonnia.

 

  • Ringhio: se il gatto ringhia significa che è sotto stress oppure è molto arrabbiato. Spesso il ringhio è associato al soffio, che insieme rappresentano una reazione del gatto ad una situazione minacciosa.

Se al ringhio e soffio sono associati anche una rigidità del corpo e i peli che si drizzano, è meglio non avvicinarsi all’animale e aspettare che passi il momento e che si tranquillizzi.

 

I motivi del miagolio del gatto

Concentrandoci solo sul miagolio del gatto, si possono individuare varie motivazioni alla base di questo bellissimo suono. Ovviamente si tratta di indicazioni di massima, che possono cambiare di gatto in gatto, ma danno un’idea generale del perché il gatto miagola.

 

  • Il gatto miagola perché ha fame: è la motivazione più frequente. Quando hanno fame, i gatti iniziando un lungo e incessante lamento, fin quando non ricevono cibo. In genere al miagolio è associato anche lo struscio sulla gamba del proprietario, in modo che sia davvero impossibile ignorarlo.

 

  • Il gatto miagola perché è in calore: in questo caso il verso del gatto è inconfondibile e lo si può riconoscere anche a vari metri di distanza. Si tratta di un suono basso e persistente che serve per spaventare gli altri mici e attirare l’attenzione della femmina.

 

  • Il gatto miagola perché non sta bene: in questi casi si tratta di una vera e propria richiesta di attenzione e aiuto verso il proprietario. Miagolando, il gatto sta dicendo “non sto bene, aiutami”: mai ignorare questa richiesta, che si riconosce sia per la tonalità bassa e ripetitiva, sia perché associato ad altri sintomi fisici.

 

  • Il gatto miagola quando non è d’accordo: ebbene sì, a volte il miagolio rappresenta una forma di disaccordo per qualcuno o qualcosa. Se ad esempio viene spostato dal tavolo su cui è salito, è possibile che miagoli in segno di disappunto, come a dire “non sono d’accordo, io volevo stare lì!”.

 

Che cosa dice quel gatto?

Anche i gatti, a modo loro, parlano. E lo fanno in modo anche complesso, avendo a loro favore molti mezzi, dalla voce (miagolii, vocalizzi) alla gestualità del corpo. I vocalizzi, peraltro, sono tutt’altro che rari. Ci sono poi la coda, i baffi, la bocca, e perfino il pelo, che in particolare sanno raccontare dettagliatamente tutte le intenzioni di un felino.

>> Leggi l’approfondimento

 

Foto: Shutterstock

Approfondimento: Gourmet