Dopo sei anni di ricerche Katy ritorna dal suo padrone

by • 22 giugno 2011 • Cronaca e news animaliComments (2)688

alberto campedelliIl pastore tedesco ritrova il suo padrone e lo riconosce subito nonostante siano passati sei anni e mezzo dall’ultima volta che l’ha visto.

Una storia incredibile, quella del pastore tedesco Katy.  E’ stata ritrovata dopo sei anni dalla scomparsa e restituita dal canile al suo proprietario. Il canile di Ponzano Veneto, in provincia di Treviso, il sei maggio scorso aveva catturato il cane dopo svariate segnalazioni da parte dei cittadini che avevano avvistato l’animale malnutrito nei pressi della loro abitazione.
Così, grazie al numero tatuato sulla zampa e la segnalazione all’anagrafe canina di Roma, i volontari della struttura sono risaliti al padrone: un veronese che ne aveva denunciato la scomparsa sei anni e mezzo fa.
“In un primo momento ho pensato a uno scherzo, poi non ho creduto alle mie orecchie” ha dichiarato Alberto Campedelli, proprietario del cane, che si è recato immediatamente al canile di Ponzano, a 140 chilometri di distanza. Appena ha varcato la soglia del canile, Katy lo ha riconosciuto ed è corsa verso di lui guaendo di felicità. “Mai avrei immaginato tanto affetto a distanza di anni. È rimasto stupito anche il personale del canile. Evidentemente Katy ricordava ancora la voce di chi le aveva voluto tanto bene”.
Sei anni e mezzo sono un’infinità di tempo e questa storia deve far riflettere sull’importanza del microchip e dell’iscrizione all’anagrafe canina, che permette di identificare i padroni degli animali smarriti, impedire la rivendita nel caso di esemplari di pregio e inibire gli abbandoni.

Maria Pezzillo

Redazione Petpassion.tv

press@petpassion.tv

Pin It

Articoli correlati

2 Responses to Dopo sei anni di ricerche Katy ritorna dal suo padrone

  1. OMG… quasi piangevo mentre leggevo :(

    Solo chi ha un cane può capire qualcosa di simile!

  2. alice scrive:

    loro non ci dimenticano mai. noi saremo in grado di reggere il confronto????

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>