14 giugno 2019

pubblicato da: PetPassion Redazione

Rimedi per educare un gatto a non salire sui mobili.

Dissuadere i gatti a salire sui mobili di casa non è un’impresa semplice, eppure con un po’ di pazienza si possono ottenere i risultati desiderati. Quali accorgimenti prendere?

 

Chi vive con un gatto conosce bene questo problema: è nell’indole dei felini salire sui ripiani della cucina, saltare da un mobile ad un altro, curiosando qua e là con fare guardingo. Gli effetti di questo comportamento sono subito evidenti: graffi sul legno e cibo da buttare. Allora come educare un gatto a non salire sui mobili? Basta dotarsi di un po’ di pazienza e mettere in pratica alcuni accorgimenti, affinché il gatto col tempo associ a questa azione un’esperienza negativa. L’importante è non farsi vedere dall’animale, in modo che non capisca che non è causata dal suo proprietario.  Ne va del rapporto tra umano e felino.

 

Perché i gatti salgono sui mobili?

Il gatto è per natura un atleta e un arrampicatore. Questo è dovuto al fatto che i suoi antenati erano degli abili cacciatori di uova e uccelli, dotati di un corpo allungato e di una lunga coda. Per cacciare queste prede gli antenati del gatto passavano la maggior parte delle loro giornate sugli alberi. L’evoluzione ha poi fatto sì che i felini scendessero dai luoghi alti per vivere stabilmente sulla terraferma. Ma nei gatti è rimasto insito nel Dna questo istinto di doversi arrampicare sugli spazi in alto dove, ricordando i progenitori, si sentono più al sicuro e possono avere una panoramica privilegiata su ciò che accade sotto di loro, quindi anche su eventuali prede.

L’arrampicarsi è quindi per i gatti qualcosa di assolutamente normale e naturale, un’abilità che imparano fin da quando hanno poche settimane di vita. È questo il principale motivo per cui i felini, anche se abituati a vivere in appartamento, hanno la tendenza a salire su mobili e tavoli di casa. Un’altra ragione è legata alla grande curiosità che molti gatti hanno. Se, infatti, gli amici a quattro zampe vengono attratti da qualcosa di insolito o di goloso, non si fanno problemi a cercare in tutti i modi di raggiungerlo. E se poi questo oggetto del desiderio si trova su di un mobile, ecco spiegato perché il gatto ci salirà sopra.

 

Come dissuadere i gatti a saltare sui ripiani della cucina

L’ambiente della casa più attraente per i gatti è sicuramente la cucina, dove si trovano le cose da mangiare. Come insegnare al gatto a non salire sul tavolo e sui ripiani della cucina? Ci sono alcuni rimedi infallibili che si basano sull’”effetto rumore”; i gatti infatti non sopportano i rumori forti e improvvisi, per cui sarà sufficiente associare all’azione di salire sul tavolo un rumore fastidioso e il gatto smetterà di compiere quell’azione.

 

Ci sono vari modi per provocare rumore, sia artigianali che costruiti ad hoc. Un rimedio casalingo consiste nel posizionare dei fogli di carta da forno sul bordo dei ripiani. Quando il gatto salirà, provocherà inevitabilmente un rumore con la carta che, a lungo andare, lo dissuaderà dal salire nuovamente. Esistono poi in commercio dei deterrenti specifici per questo scopo, come ad esempio degli allarmi con sensore sonoro che, oltre a far scappare il gatto, avvertono il proprietario che il felino si trova in una zona proibita.

 

Un altro rimedio casalingo per dissuadere il gatto a salire sui ripiani della cucina e sui mobili in generale è mettere del nastro biadesivo. Le zampette si attaccheranno allo scotch, provocando fastidio nel gatto ed evitando che ripeta in futuro questa azione. Altro deterrente molto efficace è l’acqua, per via della nota intolleranza dei felini a questa sostanza. Si potrebbe quindi semplicemente bagnare il mobile su cui il gatto vuole salire, l’unico rischio è che possa scivolare e farsi male; l’acqua quindi sarebbe da evitare, soprattutto se il gatto è un po’ anziano e non più molto agile.

 

Infine, un rimedio efficace ma un po’ macchinoso è l’uso di una trombetta: ogni volta che il gatto commetterà un’azione proibita, basterà farla suonare per spaventarlo e farlo scendere immediatamente. Unico difetto di questo rimedio è che il proprietario potrebbe essere facilmente visto dal gatto e che dovrebbe stare ogni momento dietro al felino per seguire ogni sua mossa, il che è abbastanza difficile.

Meglio quindi scegliere una soluzione veloce e pratica, che però non provochi dolore al gatto, come la carta da forno o il nastro biadesivo.

 

Alternative e deterrenti per evitare che il gatto salti sopra i mobili

Oltre ai rimedi già descritti, sarebbe opportuno mettere a disposizione del gatto alcune valide alternative che soddisfino il suo desiderio di arrampicarsi. Ad esempio, un bel tiragraffi verticale sarà un gioco interessante che non solo gli permetterà di saltare, ma anche di affilarsi le unghie. Anche una semplice mensola vicino alla finestra è perfetta, perché il gatto potrà soddisfare la sua curiosità di guardare fuori.

 

Infine, sarebbe opportuno rendere i mobili meno invitanti possibile per il gatto. Meglio quindi non lasciare cibo incustodito sopra i ripiani della cucina oppure i suoi giochi preferiti sopra il comò: è normale infatti che la presenza di questi oggetti invitanti sia motivo per il gatto di salire sui mobili. Altra soluzione è pulire i ripiani con il limone, un agrume il cui odore è molto fastidioso per i gatti. In questo modo li terremo lontani dal mobilio e avremo anche una casa sempre profumata.

 

Comportamento gatto: una guida per capire il tuo gatto

Fra i vari animali domestici, il gatto rappresenta di certo uno degli esemplari più affascinanti. Noto per la sua indipendenza e per il suo atteggiamento spesso imperscrutabile, per i proprietari non è sempre semplice comprenderne il comportamento, né capire quale sia la modalità più indicata per instaurare un rapporto di fiducia reciproca. Il micio può apparire misterioso, imprevedibile, addirittura volubile nelle sue azioni…

>> Leggi l’approfondimento

Approfondimento: Purina