28 ottobre 2016

pubblicato da: Redazione PetPassion

Un bambino autistico, che non poteva essere toccato né abbracciato, per la prima volta ha stretto una magica relazione di amicizia: autore di questo piccolo miracolo è Tornado, il cane assegnatogli da un’organizzazione no-profit… Primo incontro del bimbo con il cane Il primo protagonista della storia è Kainoa Niehaus, un bimbo di 5 anni che […]

Un bambino autistico, che non poteva essere toccato né abbracciato, per la prima volta ha stretto una magica relazione di amicizia: autore di questo piccolo miracolo è Tornado, il cane assegnatogli da un’organizzazione no-profit…

Primo incontro del bimbo con il cane

Il primo protagonista della storia è Kainoa Niehaus, un bimbo di 5 anni che ha fatto un lungo viaggio dal Giappone all’Ohio per raggiungere il centro 4 Paws For Ability, un’organizzazione no-profit che fornisce cani di assistenza ai bambini disabili e ai veterani che hanno perso l’uso degli arti o loro udito. Il bambino è stato in lista d’attesa per 2 lunghi anni, prima che l’associazione potesse assegnargli un cane addestrato per questo tipo di disabilità, e quando finalmente ciò è stato possibile, il bimbo, con la sua famiglia piena di speranza, ha affrontato un viaggio di migliaia di chilometri per incontrarlo.

Foto bimbo autistico e cane TornadoLa foto commovente del cane con il bimbo autistico

La foto della straordinaria reazione del piccolo Kainoa con Tornado ha fatto il giro del mondo: con estrema naturalezza il bimbo ha appoggiato la testa su Tornado, uno splendido golden retriever.
La sua mamma, Shanna, ha condiviso questa foto, spiengando quanto sia straordinario il suo contenuto con poche semplici parole: “Vedete questo momento? Io non ho mai provato nulla di simile“. Le lacrime di Shanna in foto esprimono benissimo la grande commozione di una madre che ha visto per la prima volta il suo bambino (che lei non può abbracciare, lavare, vestire, coccolare e toccare) instaurare spontanemanete un legame con qualcuno, dopo innumerevoli precedenti tentativi di interazioni sociali fallite.

Cosa può fare un cane…

L’organizzazione no-profit 4 Paws For Ability che ha realizzato il sogno di Shanna, assegnando Tornado al piccolo Kainoa, si pone l’obiettivo di continuare ad arricchire la vita dei bambini disabili affidando loro cani di servizio addestrati allo scopo. La mamma di Kainoa ha confermato quanto sia importante questo contributo, affermando: “Per il mio figlio è valsa la pena di affrontare ogni lotta, ogni diagnosi, ogni dollaro speso, ogni documento compilato, ogni incontro con la scuola, ogni lacrima, ogni passo in avanti e ogni passo indietro. In qualche modo so che, grazie a Tornado, da adesso tutto andrà bene! Come madre ho vissuto innumerevoli momenti difficili e ho pianto innumerevoli volte. Ieri però, ho pianto per un motivo diverso. E’ un sentimento indescrivibile!“.

Guarda il video

Fonte: 4pawsforability