30 novembre 2018

categoria: Nutrizione, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Consigli sul miglior cibo da dare ai gatti sterilizzati.

L’alimentazione più adatta per i gatti che sono stati sterilizzati: dalla tipologia di cibo alla quantità consigliata

 

Il gatto sterilizzato è un felino che ha subito un intervento chirurgico caratterizzato dalla rimozione degli organici riproduttivi, le ovaie per le femmine e i testicoli per i maschi. I gatti sterilizzati non sono più fertili e in grado di riprodursi: questo cambiamento ha ovviamente delle ripercussioni sullo stato ormonale del felino che, non avendo più il bisogno di accoppiarsi, modifica il proprio comportamento.

In genere, i gatti diventano più coccolosi, meno aggressivi con gli altri gatti, meno desiderosi di graffiare tutto quello che capita loro sotto tiro, mano bisognosi di uscire. La femmina smette, invece, di emettere strani versi di notte, legati proprio al bisogno di doversi accoppiare. I risvolti della sterilizzazione si manifestano anche sull’alimentazione: cosa cambia di preciso nella dieta del gatto sterilizzato? Scopriamolo insieme.

 

Alimentazione del gatto sterilizzato: le modifiche alla dieta

Il metabolismo di un gatto sterilizzato è ridotto del 20%, ma la fame del gatto aumenta e il felino sente il bisogno di nutrirsi di più rispetto a prima. Per questo motivo la sua alimentazione deve subire un cambiamento, legato principalmente alla riduzione delle calorie. Se non si interviene fin da subito con modifiche rispetto alle abitudini alimentari standard, il gatto prenderà peso in poco tempo, rischiando di diventare obeso.

In commercio esistono prodotti specifici per i gatti sterilizzati, che sono stati realizzati proprio per ridurre l’apporto calorico nella sua alimentazione. Spesso contengono anche sostanze, come la L-carnitina, in grado di favorire l’eliminazione dei grassi dal corpo. Il gatto sterilizzato non deve mangiare di meno: è proprio la sua dieta che deve cambiare in questa particolare condizione fisica.

 

Che tipo di cibo dare al gatto sterilizzato

La dieta per il gatto sterilizzato è in genere ricca di fibre: questo nutriente è in grado di aumentare il senso di sazietà dell’animale, senza apportare modifiche alla quantità di calorie. In più, alcuni studi scientifici hanno dimostrato che gli alimenti umidi siano migliori rispetto a quelli secchi perché più efficaci nel favorire il dimagrimento del gatto. Il cibo umido è più ricco di acqua e sazia di più. Bisogna comunque stare attenti nella scelta di alimenti che non contengano troppi grassi.

Oltre a occuparsi della sua alimentazione, un gatto sterilizzato potrebbe aver bisogno di aumentare la sua attività fisica. Un gatto in movimento, impegnato in qualcosa, sicuramente non mangerà solo perché si sta annoiando, come a volte fanno anche gli esseri umani. Giochi consigliati sono, per esempio, le canne da pesca giocattolo o le penne laser, poiché stimolano la propensione alla caccia che, nel felino, è innata. Un altro “gioco” potrebbe essere quello di posizionare le ciotole con il cibo in luoghi strategici, difficili da raggiungere, in modo tale da spronare il gatto a consumare energia per raggiungere un obiettivo ambitissimo: il cibo.

 

Eventuali disturbi post sterilizzazione

Un problema che spesso colpisce il gatto sterilizzato è un’affezione al tratto urinario e la possibile comparsa di calcoli. Per fortuna, i cibi specifici per gatti sterilizzati contengono quantità ridotte di sali minerali, utili per la limitazione di questo disturbo. Ovviamente, quello che si può fare in autonomia è fare in modo che il gatto beva tanto. Quindi mai dimenticare di tenere sempre tutte le ciotole piene di acqua fresca e pulita. In commercio, sono disponibili anche delle fontanelle elettriche per automatizzare il processo e fare in modo che il felino abbia a disposizione sempre acqua non ristagnata.

Nei gatti sterilizzati a volte si verifica anche un maggiore accumulo di boli di pelo nell’apparato digerente. In condizioni normali, il pelo viene eliminato defecando, ma quando l’ingestione di peli è eccessiva le masse si accumulano, diventano più compatte e difficili da espellere. Meglio rivolgersi al veterinario e chiedere un parere specifico nel caso in cui si dovesse verificare un problema di questo tipo.

 

Dieta e salute del gatto: sterilizzazione e alimentazione

Molti pensano che la sterilizzazione sia un processo utilizzato solamente per togliere al proprio gatto le facoltà riproduttive. In realtà la sterilizzazione nei mici, sia maschi che femmine, porta a una serie di indiscutibili vantaggi.

>> Leggi l’approfondimento

 

CREDITS

Immagine di copertina: Shutterstock

Approfondimento: Purina ONE