14 maggio 2018

categoria: Salute, Slider

pubblicato da: Redazione PetPassion

Sintomi e cura nel gatto diabetico, dalla giusta alimentazione alle cure veterinarie.

Mai sottovalutare i segnali che possono indicare la presenza del diabete nei nostri amici a quattro zampe. Quando a soffrirne è un gatto, come affrontare la malattia?

 

Il diabete mellito è una malattia molto diffusa fra i gatti. Complici i frequenti problemi che colpiscono il pancreas, l’obesità e la sovralimentazione, ecco che sono sempre di più i gatti a soffrire di questa patologia. Il diabete mellito nel gatto si presenta in due forme:

  1. diabete mellito di tipo 1: insufficiente produzione di insulina da parte del pancreas;
  2. diabete mellito di tipo 2: l’insulina viene prodotta, ma l’organismo non riesce a utilizzarla.

 

Il diabete, solitamente, si manifesta con sintomi piuttosto evidenti. Nel caso vedeste uno di questi sintomi, il consiglio è quello di contattare subito il veterinario in modo da confermare o escludere la presenza di diabete. Questo perché alcuni sintomi del diabete si presentano anche in altre malattie:

  • polidipsia;
  • poliuria;
  • polifagia;
  • letargia;
  • debolezza (anche posizione plantigrada)
  • perdita di peso;
  • mantello scadente.

 

Diagnosi e terapia del diabete nel gatto

Sarà il vostro veterinario a fare la diagnosi di diabete mellito. Dopo aver controllato il livello della glicemia basale, vi proporrà delle analisi per valutare lo stato di salute generale del gatto e per effettuare una curva glicemica in modo da stabilire la terapia più adatta. La terapia del diabete mellito dei gatti prevede due capisaldi:

  1. terapia insulinica;
  2. dieta.

 

Alimentazione del gatto diabetico

Se nel gatto diabetico è fondamentale rispettare alla lettera la terapia insulinica prescritta dal veterinario, altrettanto lo è il rigore nel seguire un’alimentazione sana. Salvo diverse indicazioni o necessità, il gatto diabetico dovrebbe consumare due pasti al giorno, a mezz’ora di distanza dalla somministrazione dell’insulina. Questo per evitare picchi glicemici non controllati durante la giornata e causati da snack fuori pasto.

Ma qual è il miglior cibo per gatti diabetici? Il cibo più adatto da somministrare è quello appositamente studiato per gatti con diabete mellito. Si tratta di un cibo formulato in modo da soddisfare i fabbisogni nutrizionali specifici di un gatto diabetico, in particolar modo:

  • bassi tenori di carboidrati (meglio usare amidi ricchi di fibra solubile e evitare carboidrati ad alto indice glicemico);
  • livelli adeguati di proteine;
  • grassi controllati;
  • presenza di fibre solubili.

 

Cosa non deve mangiare un gatto diabetico?

Ci sono diversi alimenti che un gatto diabetico non dovrebbe mangiare. È molto difficile, per esempio, riuscire a controllare la glicemia in gatti che continuano a mangiare cibi di mantenimento normali. Questo anche facendo adeguata terapia insulinica. Gatti diabetici non dovrebbero mangiare:

  • riso, frumento, mais e patate;
  • zuccheri e carboidrati complessi;
  • cibi diversi da quelli prescritti dal veterinario.

Se il gatto non dovesse gradire gli alimenti prescritti dal veterinario, ricontattatelo in modo da trovare la soluzione più adatta al vostro pet.

 

In caso di diabete mellito, l’importante è monitorare costantemente la salute del proprio gatto, attraverso appositi esami e visite veterinarie.

 

CREDITS:

Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento: Purina ONE