cuccioli cane abbandonati

Cuccioli abbandonati: cosa fare?

  • Love

  • Mi piace

  • Sigh

  • Grrrr

9 aprile 2018

pubblicato da: Redazione PetPassion

Potrebbe capitare a tutti di trovare un cane abbandonato. Soprattutto in primavera aumenta il numero di annunci per aiutare i cani in difficoltà, ma cosa fare quando ci si imbatte in un esemplare cucciolo?   L’abbandono dei cani tende ad avere un picco durante il periodo primaverile-estivo, complici sia il maggior numero di nascite sia […]

Potrebbe capitare a tutti di trovare un cane abbandonato. Soprattutto in primavera aumenta il numero di annunci per aiutare i cani in difficoltà, ma cosa fare quando ci si imbatte in un esemplare cucciolo?

 

L’abbandono dei cani tende ad avere un picco durante il periodo primaverile-estivo, complici sia il maggior numero di nascite sia la mancata sterilizzazione delle femmine che le partenze per i viaggi.

 

Cuccioli e cani abbandonati: cosa dice la legge?

Quando si trova un cane abbandonato, sia esso adulto o cucciolo, dopo averlo messo in sicurezza, è necessario avvisare i vigili locali e i Servizi Veterinari dell’Asur. Questo affinché dall’Asur possano inviare un tecnico addetto al trasporto del cane trovatello in canile: se ha il microchip, invece, verrà direttamente contattato il proprietario.

Se sprovvisto di microchip, il cane verrà microchippato e reso disponibile per l’adozione. Per legge non è consentito trovare un cane abbandonato e tenerlo per sé, quindi, si rivela indispensabile seguire la procedura prevista dalla legge.

 

Cosa dare da mangiare a un cucciolo abbandonato?

I cuccioli sono molto delicati, richiedono cure e attenzioni particolari che riguardano una corretta alimentazione e gestione. Fornire il tipo si alimentazione corretta è fondamentale: sbagliando si possono scatenare forme di vomito e diarrea che minano la delicata salute di un cucciolo. Il cibo da somministrare al cane sarà diverso a seconda dell’età del cucciolo:

  1. Cucciolo non ancora svezzato: se il cucciolo ha meno di un mese di vita e non è ancora stato svezzato (non ha effettuato il passaggio da alimentazione lattea a solida), bisognerà somministrare un apposito latte in polvere per cuccioli. Vietato somministrare il latte vaccino, anche quello ad alta digeribilità o scremato può scatenare gravi forme di intolleranza al lattosio, con conseguenze diarrea e disidratazione;
  2. Cucciolo già svezzato: se il cucciolo ha più di un mese di vita, allora dovrebbe essere già svezzato e quindi il latte in polvere per cuccioli sarà superfluo. A seconda dei consigli del veterinario, potrete scegliere fra alimentazione secca o umida (utilizzando le apposite crocchette o scatolette per cuccioli, scegliendo quelle per la giusta taglia del cane).

 

Come gestire un cucciolo abbandonato

Il cucciolo dovrà essere ospitato in un ambiente caldo e tranquillo. I cuccioli vanno facilmente in ipotermia, per cui assicuratevi che stiano adeguatamente al caldo. Ricordatevi che i cuccioli, di solito, piangono quando hanno fame, freddo o stanno male.

Fondamentale è anche stimolare i cani a fare i bisogni. Con un panno inumidito e tiepido, massaggiate addome e area genitale del cucciolo, come farebbe la madre. In questo modo stimolerete la produzione di urina e feci. Se il cucciolo non sporca, portatelo dal veterinario.

 

Cosa fare se il cucciolo abbandonato sta male?

Se notate segni di malessere o malattia, portate il cucciolo dal veterinario il prima possibile.

 

Leggi anche… i consigli di Friskies.

Abbandono animali: ecco cosa fare per la prevenzione

Come aiutare a risolvere il problema degli abbandoni di cani e gatti? Dai numeri verdi alle adozioni consapevoli, tutti i consigli su come muoversi in Italia…

 

CREDITS:
Immagine di copertina: Shutterstock
Approfondimento: Friskies