6 maggio 2019

categoria: Cani di razza, Slider

pubblicato da: PetPassion Redazione

Origini e carattere del pastore australiano

Il Pastore australiano è una razza di cane particolarmente apprezzata nell’ultimo periodo: scopriamo di più su di lui!

 

Il Pastore australiano è una razza di cane che nell’ultimo periodo sta avendo grande notorietà: le richieste negli allevamenti sono aumentate così come la sua presenza nelle esposizioni.

Quali sono le caratteristiche principali della razza, cosa la contraddistingue rispetto a tutte le altre razze di cane esistenti? Scopriamolo insieme.

 

Pastore australiano: origini

Intanto, per conoscere meglio il cane da Pastore australiano, conosciuto anche come Australian Shepherd, bisogna sapere qualcosa in più sulle sue origini. La razza si sviluppa negli Stati Uniti, nonostante il nome che fa pensare a una provenienza differente.

Il Pastore australiano nasce comunque dall’incrocio fra una razza australiana, lo Smithfield, e il pastor vasco, noto come Euskal artzain txakurra. I primi esemplari ottenuti erano molto piccoli e furono chiamati “little blue dogs”. Nel tempo gli allevatori hanno affinato la tipologia fino ad ottenere la razza che conosciamo oggi. Ancora oggi negli Stati Uniti i Pastori australiani sono utilizzati per guidare le greggi nei ranch.

 

Australian Shepherd: aspetto

Il Pastore australiano è un cane di taglia media, che raggiunge i 51-58 cm per i maschi ed è di circa 5-6 cm più basso per gli esemplari femmina.  Ha una buona muscolature, un bel portamento e un manto che può essere di diverse colorazioni.

Il genere il manto può essere di colore nero, nero tricolor, ma anche marrone, blue merle, red merle e tricolor red. Nel caso in cui le orecchie e gli occhi fossero circondati da pelo pigmentato, allora il cane potrebbe avere problemi di sordità o di cecità.

 

Australian Shepherd: carattere

Il Pastore australiano è un cane docile e intelligente, perfetto per i bambini perché si affeziona facilmente. È un cane sveglio, facile da addestrare: per questo motivo spesso lo si utilizza come cane anti-droga, cane-guida per ciechi e cane da salvataggio.

L’Australian shepherd è anche noto come “cane che sorride” perché è capace di alzare le labbra e mostrare i denti, come se stesse effettivamente sorridendo. Ha una bella indole, che gli permette di andare d’accordo anche con altri cani, nonostante all’inizio sia un po’ schivo. Adora stare in compagnia , anche se è al contempo molto indipendente.

 

Pastore australiano: allevamento e prezzo

Gli allevamenti di cane da Pastore australiano sono in costante aumento: dal 2004 al 2012 sono passati da 163 e 1005 cuccioli secondo i dati dell’ENCI. La razza è molto amata perché oltre a essere un ottimo cane da compagnia, da salvataggio e da pastore, è anche campione di sport quali l’Agility Dog, Freestyle, o l’Obedience.

Un cucciolo di Australian Shepherd può costare fra i 400 e i 700 euro. I costi di manutenzione, invece, non sono troppo elevati: per quanto riguarda le cure bisogna prestare attenzione alle condizioni del mantello e allo stato di salute, soprattutto per il fatto che il Pastore australiano potrebbe soffrire di malattie ereditarie, quali la displasia dell’anca o la displasia del gomito.

 

Perché i Samoiedo sono una delle razze di cani più amate

Fra le razze di cani di taglia media il Samoiedo spicca per eleganza: manto bianco fulgido, corpo ben proporzionato e grande agilità. Il Samoiedo viene dal nord e potrebbe essere il cane di Babbo Natale.

 

>> Scopri di più sul Samoiedo

 

Approfondimento: Purina