28 marzo 2018

pubblicato da: Marina Naddeo

“L’animale capace di provare la più profonda empatia con l’uomo è il cane”. È questo il risultato di uno studio londinese sul rapporto cane-uomo, pubblicato sulla rivista Animal Cognition. La ricerca sul rapporto instaurato tra animali domestici e umani è stato promosso dallo University of London Goldsmiths College. Si è parlato di empatia già a […]

L’animale capace di provare la più profonda empatia con l’uomo è il cane”.

È questo il risultato di uno studio londinese sul rapporto cane-uomo, pubblicato sulla rivista Animal Cognition.

La ricerca sul rapporto instaurato tra animali domestici e umani è stato promosso dallo University of London Goldsmiths College. Si è parlato di empatia già a proposito dello sbadiglio contagioso, ma secondo le ricerche condotte da questi studiosi, i cani, rispetto ad altri pet, risulterebbero addirittura ipersensibili alle emozioni umane.

Lo studio è stato condotto con esemplari di razze ed età diverse. Il risultato? I cani risultano essere particolarmente predisposti ad una corrispondenza empatica. Comprendono la “tristezza” del proprio amico umano e offrono per istinto conforto e vicinanza.

Chi vive con Fido non faticherà a recuperare ricordi del proprio cane in momenti in cui ha dimostrato inequivocabilmente di aver avvertito l’angoscia di un familiare e di aver reagito di conseguenza. Nessuna novità, dunque, per i proprietari di cani. La differenza è che, da oggi, avranno una base scientifica a supporto dei propri racconti!

 

Leggi anche…

Cane in casa: 7 benefici per la famiglia

Non c’è tesoro più grande dell’amicizia e quella tra cane e umani è tra le più preziose al mondo. Sapete il perché?
Leggi i motivi principali

 

CREDITS:
Approfondimento: Purina PetMagazine
Immagine di copertina: Shutterstock